Chissà che cosa arriverà il prossimo anno

“ È sempre più difficile, – ci dice Gianfranco Torelli – ne parlavo con mio padre che ha 75 anni e diceva che 50 anni fa era più facile coltivare la vite, quando non c’erano tutte una serie di malattie che sono arrivate oggi. 50 anni fa era molto più facile arrivare con una vigna a 50 anni di età. Oggi, vigneti già al 3°, 4° anno, quando iniziano a produrre, hanno già dei problemi. Quindi fare l’agricoltore, fare l’agricoltore biologico nel 2019 è tutto tranne che semplice.
Sul discorso della vite, ho fatto un libro a fumetti dove abbiamo cercato di mettere giù contenuti importanti. Io scrivo che fino alla fine dell’800 – sono poi 120 anni fa- la vite non aveva bisogno di trattamenti e non è che la vite è arrivata 150 anni fa, sulle nostre colline ad esempio è da millenni.
Oggi rischiamo di impiantare una vigna e non sapere se dopo 10 anni quella vigna è da togliere o se è ancora un patrimonio che tu hai. Quindi l’incertezza massima. In più, ogni anno, la novità di qualche insetto: un anno è arrivata la drosophila suzukii, quest’anno le cimici… chissà cosa arriverà il prossimo anno”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: